Contrada (Av): Sfregiata la Casetta Dei Libri nel Parco San Pio. Il Sindaco De Santis “Tanta tristezza per una comunità che non merita questo per opera di insensibili vandali”

“Tristezza, delusione, amarezza vera! Dietro il sorriso di un bambino, c’è sempre il sacrificio di un adulto; dietro un risultato amministrativo, c’è sempre lo sforzo di un manipolo di uomini e donne che provano, a schiena bassa e senza tornaconti personali, a migliorare i servizi per gli adulti e ad incentivare la crescita culturale, sociale ed educativa dei suoi piccoli cittadini; dietro una collettività che da anni rivendica ascolto, sostegno, crescita e voglia di partecipare alla vita del paese nel quale si è scelto di vivere, c’è gente perbene che lavora, osserva la legge ed è fiera di essere contradese.
Quest’oggi, tuttavia, tutti gli sforzi dei contradesi liberi si sono trasformati in amarezza, rabbia e sconforto.
Questa notte, dopo i noti atti goliardici di piazza del Carmine camuffati da arte contemporanea, è stata presa di mira anche la casetta del libro di piazza Padre Pio.
L’Amministrazione comunale e quindi l’intero Comune di Contrada e i suoi cittadini, per tale lodevole iniziativa, è stata oggetto di lusinghieri apprezzamenti a livello regionale, presa come esempio virtuoso da imitare.
Ahinoi al manipolo di goliardici cittadini tutto questo non importa!
A loro interessa sfregiare, deturpare il patrimonio pubblico (che appartiene a tutti) e vanificare gli sforzi di chi intorno ad un dissuasore di cemento, piuttosto che intorno ad una casetta di legno ci ha messo il proprio tempo, il proprio lavoro, sacrificando i propri interessi e la propria famiglia.
È inutile dire che la denuncia è un atto dovuto come lo è stato per la casetta dell’acqua, per i disegni osceni sulla facciata della chiesa del Carmine, per i bagni di piazza Mercato, per i fiori storpiati o ancora per i dissuasori di Piazza del Carmine; è inutile dire che questa Amministrazione non si arrende né ora né mai difronte a tali forme di divertimento goliardico ; è inutile dire che la videosorveglianza sta per diventare una realtà a Contrada grazie agli sforzi e ai risparmi di questa amministrazione nella speranza di debellare per sempre fenomeni del genere; è inutile dire che se qualcuno ha visto può riferire al sottoscritto senza temere ritorsioni né di essere in alcun modo coinvolto; è inutile dire che la casetta del libro e il suo contenuto sarà ripristinato a spese personali del sottoscritto che ancora continua credere che insieme possiamo farcela.
Quest’oggi resta solo tanta tristezza, delusione e amarezza perché solo per oggi ha vinto quella parte del Paese che non voleva le giostrine in Piazza Padre Pio , non voleva la ludobiblioteca ad Ospedale , non voleva…. non voleva……. non voleva migliorare per non confrontarsi con il prossimo”. Pasquale De Santis Sindaco di Contrada

Contrada (Av): Sfregiata la Casetta Dei Libri nel Parco San Pio. Il Sindaco De Santis Tanta tristezza per una comunità che non merita questo per opera di insensibili vandaliContrada (Av): Sfregiata la Casetta Dei Libri nel Parco San Pio. Il Sindaco De Santis Tanta tristezza per una comunità che non merita questo per opera di insensibili vandaliContrada (Av): Sfregiata la Casetta Dei Libri nel Parco San Pio. Il Sindaco De Santis Tanta tristezza per una comunità che non merita questo per opera di insensibili vandali