GROTTAMINARDA (AV). 17 NOVEMBRE: “GIORNATA DELLA PREMATURITÀ NEONATALE”. I MONUMENTI SI ILLUMINANO DI VIOLA.

adsense – Responsive Pre Articolo

In occasione del 17 novembre, “Giornata Mondiale della Prematurità”, Grottaminarda accende i suoi monumenti di luce viola. Fontana Vecchia, il Monumento ai Caduti e gli Archi dei Giardini De Curtis, emblemi storici della cittadina, sono stati illuminati in maniera simbolica.

Inoltre, sempre nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “L’Irpinia e non solo si illumina di Viola” il Comune di Grottaminarda ha dato il proprio patrocinio per un incontro, alla sua terza edizione, sul tema della prematurità neonatale che si terrà alle ore 19,00 di oggi, 17 novembre, presso il Santuario di Carpignano su iniziativa del “Rotary Club Avellino Est Centenario”, del “Rotary Community Corps Avellino Est” e del ” Rotaract Club Avellino Est”, in collaborazione con SIN, la Società Italiana di Neonatologia, ed il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania, della Provincia di Avellino, del Santuario di Carpignano.

In apertura di serata una lettura poetica dal titolo “Ci sono anch’io” di Nicola Prebenna con l’accompagnamento musicale del “Notturno Concertante”.

A seguire i saluti istituzionali e gli interventi moderati dalla neonatologa nonché Presidente del “Rotary Club Avellino Est Centenario”, Lidia Grappone.

Altri momenti musicali saranno offerti dalla Corale Polifonica di Santa Maria Maggiore di Grottaminarda.

In Italia sono più di 30.000 i bambini che ogni anno nascono prematuri, la “Giornata Mondiale della Prematurità”, manifestazione globale celebrata in più di 60 paesi, ha quale obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prematurità e della malattia nei neonati per dare voce e vicinanza alle famiglie dei piccoli pazienti.

GROTTAMINARDA (AV). 17 NOVEMBRE: GIORNATA DELLA PREMATURITÀ NEONATALE. I MONUMENTI SI ILLUMINANO DI VIOLA.

adsense – Responsive – Post Articolo



Donazione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore


Nel 2020, 5.218.655 persone hanno letto gli articoli di Bassairpinia.it, oggi Binews.it. eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv. Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà al Binews di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.