Calcio Serie C, 12a Giornata. L’Avellino coglie un pari importante a Foggia, botta e risposta nei primi 7′

Foggia-Avellino 1-1

Foggia (3-5-2): Nobile; Rizzo Al., Di Pasquale, Sciacca (1′ st Leo); Garattoni, Di Noia, Frigerio (31′ st Peralta), Petermann (43′ st Odjer), Costa; Vuthaj, Ogunseye (31′ st D’Ursi). A disp.: Dalmasso, Illuzzi, Malomo, Nicolao, Peschetola, Schenetti, Iacoponi, Tonin. All.: Gallo.

Avellino (4-3-3): Pane; Rizzo Ag., Moretti, Auriletto, Tito; Garetto (29′ st Maisto), Matera (42′ st Franco), Casarini; Trotta (13′ st Murano), Gambale, Russo (29′ st Kanoute). A disp.: Forte, Pizzella, Aya, Ricciardi, Dall’Oglio, Ceccarelli, Guadagni.  All.: Rastelli.

Arbitro: Giaccaglia di Jesi.

Assistenti:  Licari di Marsala e  D’Angelo di Perugia.

Quarto uomo: Madonia di Palermo.

Note: ammoniti Russo, Casarini e Petermann; recupero p.t. 5′, s.t. 4′; partita sospesa al 33′ pt per lancio di fumogeni delle due tifoserie e ripresa al 40′.

Reti: 3′ pt rig. Petermann (F), 7′ pt Russo (A).

di Redazione sportiva

Avellino imbattuto nella temibile trasferta di Foggia. Tutto nei primi 7′, al rigore di Petermann replica Russo. Per Rastelli è il quinto punto in tre gare.

In difesa i centrali sono Auriletto e Moretti, Aya in panca. A centrocampo parte Garetto, fuori Dall’Oglio per un risentimento muscolare. In attacco Gambale il riferimento centrale, Trotta e Russo ai lati. Foggia col 3-5-2. Dopo un solo giro di lancette rigore assegnato ai padroni di casa per un presunto contatto Garattoni-Garetto, l’arbitro ci casca. Petermann spiazza Pane per l’1-0. Pronta risposta irpina, Garetto guadagna una importante punizione, ci pensa Russo a beffare Nobile con una perfida traiettoria. È 1-1. I tifosi biancoverdi fanno ingresso allo “Zaccheria” al minuto 28, in netto ritardo. Lancio di fumogeni da entrambe le parti, match interrotto per 7′. Il Foggia va vicinissimo al nuovo vantaggio con un palo di Garattoni. Una manciata di minuti e Vuthaj costringe Pane alla parata importante. Avellino calante alla fine del primo tempo, il Foggia affonda ma non ne approfitta.

Lupi che ripartono bene nella ripresa, Casarini prima non è preciso e poi con una punizione induce quasi all’autorete Di Pasquale. Murano rimpiazza Trotta e con un diagonale fiacco non crea problemi a Nobile. L’Avellino ora si fa preferire. I satanelli però si ridestano e Pane deve compiere una gran parata d’istinto, sotto misura, su Vuthaj. Ancora Pane contro Vuthaj, il portiere biancoverde si oppone al colpo di testa dell’avanti rossonero. Rastelli butta nella mischia Maisto e Kanoute per Garetto e Russo. Doppio cambio pure per Gallo, in campo Peralta D’Ursi. All’81’ sbaglia Matera, per fortuna dei lupi Vuthai non arriva sul cross basso di Garattoni. Ultimi sussulti, Tito non sorprende Nobile e D’Ursi scaraventa la sfera sull’esterno della rete. Termina 1-1, l’Avellino di Rastelli nel segno della continuità di risultati.