Basket Serie B, 6a giornata. La Del Fes tenta la rimonta dopo il gap del primo tempo ma Salerno si impone 65-75.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

La Del Fes deve alzare bandiera bianca nel derby contro Salerno, comunque caparbi i ragazzi avellinesi nel voler raddrizzare una situazione che si era compromessa a fine primo tempo. Tentativo di rimonta bloccato sul -3, Salerno ha fatto il suo e arginato gli avversari alla meno peggio nell’ultimo quarto. Quattro uomini in doppia cifra per Avellino: 17 punti D’Andrea, 13 Agbogan e Marra, 12 Basile. Stessa statistica per la Virtus Arechi Salerno con 16 punti di Bonaccorso, 12 Mennella, 11 Coltro e Valentini.

Primo quarto. Per la Del Fes debutta coach Benedetto, assenti Hassan e Spizzichini. Questo il quintetto: Basile, Marra, Mavric, Ense, D’Andrea. La Virtus Arechi Salerno si presenta al DelMauro con Rinaldi, Bonaccorso, Mennella, Coltro e Marini.  Si parte con una tripla di Coltro per Salerno, ospiti sul 2-11  dopo un’altra bomba di Rinaldi. Time out coach Benedetto quando sono passati 4′. La Del Fes riparte con un canestro di Marra, quindi un 1 su 2 dello stesso Marra e di D’Andrea. La Virtus Arechi spezza l’inerzia avellinese con Mennella, 0 su 2 di Marini. Gli irpini non riescono a chiudere le porte ad un’offensiva di Coltro, 6-15. Letale la bomba di Marini, dalla lunetta non sbaglia Basile, quindi dà seguito Marra. Primo periodo che si chiude con un canestro di Valentini per Salerno e una tripla di Basile per Avellino (13-20).

Secondo quarto. Parziale di 0-7 con Valentini, Rajacic e Mennella. La Del Fes deve riordinare le idee. Agbogan fa segnare un 2/2 dalla linea della carità. Ad una schiacciata di Romano risponde Basile con una bomba, replicata da Agbogan per il 21-28. Con uno 0-4 Salerno ristabilisce le distanze. La tripla di Bonaccorso vale il 23-35, per la DelFes tampona D’Andrea che poi è sfortunato con un rovescio. Punisce Coltro da tre, Mavric non fa scappare gli ospiti. Tre liberi salernitani, due tentativi sputati dal ferro di Agbogan e un gioco da tre di Bonaccorso fanno calare il sipario sul primo tempo con un pesante 27-44  che è anche il massimo vantaggio dei viaggianti fino ad ora.

Terzo quarto. La Virtus Arechi bissa subito il 2+1 con Rinaldi per il +20 (27-47). Avellino reagisce con un 7-0, bomba di Agbogan. Bonaccorso non ci sta e ripaga con la stessa moneta. Il match poi vive una fase di stasi a livello realizzativo, interrotta dall’1 su 2 di Bonaccorso. Non fa meglio Rinaldi, in mezzo un canestro di Marra che si ripete per il 38-52. Dopo un tecnico fischiato ad Avellino e sfruttato parzialmente da Rinaldi, è D’Andrea ad andare a canestro per la Del Fes. Cepic porta i padroni di casa sul -12 (42-54) con i liberi, poi è Venga a siglare il 44-54 e coach Di Lorenzo deve chiamare time out. Con l’1 su 2 di Cimminella al 30′ si è sul 44-55.

Quarto quarto. D’Andrea e Marra riportano lo svantaggio avellinese ad una cifra (48-55). Poi però giunge lo 0-5.  La Del Fes non demorde, i tre liberi di Agbogan valgono il 51-61, D’Andrea dà seguito per il -8. Quinto fallo e tecnico fischiato a Rinaldi. Dalla linea della carità non sbagliano Agbogan e Basile, Avellino a -5 (56-61). Dopo il libero di Valentini, il canestro di D’Andrea per il 58-62. Sale l’incitamento del DelMauro. Agbogan porta la Del Fes sul -3 con un tiro dalla lunetta, dall’altra parte Rajacic indovina da tre (59-65). Mancano 2′ alla fine, Venga trova un’importante realizzazione ma i tre liberi di Bonaccorso fanno segnare il 61-68. Basile è indomito, canestro del -5. Salerno ribatte prontamente e si prene il match con 5 punti griffati Marini. Finisce 65-75.

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo



Donazione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore


Nel 2020, 5.218.655 persone hanno letto gli articoli di Bassairpinia.it, oggi Binews.it. eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv. Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà al Binews di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.