VISCIANO. Il gruppo di Rinascita Civica chiede la diretta streaming dei consigli comunali

Così una  nota del gruppo consiliare “Rinascita Civica di Visciano”: “Giovedì 17 Novembre si terrà una seduta straordinaria del Consiglio Comunale. Il gruppo di Rinascita Civica si è più volte pronunciato sulla questione della Ripresa audiovisiva delle riunioni comunali, richiedendo, non poche volte, che le sedute PUBBLICHE fossero registrate, per renderle accessibili a tutta la comunità.
Riguardo alla specifica fattispecie, si evidenzia come nell’ambito dell’attribuzione al consiglio comunale dell’autonomia funzionale ed organizzativa (art. 38, comma 3, T.U.O.E.L.) si riconduce quella potestà di regolare opportunamente, con apposite norme, ogni aspetto attinente al funzionamento dell’assemblea, tra cui anche quello della registrazione del dibattito e delle votazioni con mezzi audiovisivi.
Sulla materia è intervenuta la sentenza n. 826 del 16.3.2010 con la quale il T.A.R. per il Veneto ha respinto un ricorso avverso il diniego opposto da un sindaco ad una richiesta di registrazione audio-video delle sedute del consiglio comunale, nella considerazione che, in assenza di un’apposita disciplina regolamentare adottata dall’ente, non possano essere garantiti i diritti previsti dal codice sul trattamento dei dati personali di cui al d.lgs. 196 del 2003 e successive modifiche.
Il giudice amministrativo ha ritenuto immediatamente concedibile da parte del Presidente del Consiglio Comunale, nei confronti di emittenti televisive nazionali e locali l’autorizzazione a riprendere, in via non sistematica, gratuitamente e senza diritti di esclusiva, talune brevi fasi delle sedute del Consiglio Comunale in quanto da tale autorizzazione non conseguono obblighi di sorta per l’Amministrazione Comunale quale ‘titolare’ o ‘responsabile’ del trattamento dei personali.
Continuiamo quindi ad impregnarci affinché vengano registrate ed archiviate tutte le sedute consiliari, trasmettendone anche lo svolgimento in diretta audio-video a mezzo internet (streaming), secondo le norme stabilite dalla legge.
I mezzi di comunicazione di massa hanno una funzione fondamentale nella diffusione delle informazioni ad un pubblico sempre più ampio. Una comunicazione sempre più larga garantisce e assicura che trovino ascolto gruppi e opinioni differenti, limitare o negare le proprietà e l’uso delle tecnologie, oltre ad essere illegale, può anche influire sullo sviluppo stesso della macchina comunale”. Rinascita Civica