Nocciole: annata nera in bassa Irpinia e nel nolano. Produttori in ginocchio.

La fine di agosto e il mese di settembre è da sempre la stagione in cui le colline di Bassa Irpinia e l’area Nolana si tingono di marrone grazie alla maturazione delle nocciole. Tuttavia, l’annata 2023 si sta rivelando una delle peggiori nella memoria recente per la raccolta di questo frutto tanto amato. Sia per quantità che per qualità, l’annata si preannuncia nera, deludendo le aspettative dei coltivatori e degli appassionati di nocciole.

Le nocciole sono da sempre un pilastro dell’economia agricola di questa regione, e la loro raccolta è attesa con ansia da migliaia di famiglie che dipendono da questa coltivazione per il loro sostentamento. Tuttavia, quest’anno, un susseguirsi di eventi climatici estremi ha colpito duramente la produzione. Un risultato negativo quello di quest’anno a cui si deve aggiungere anche le ultime due annate passate sempre al disotto delle aspettative.

La primavera è stata caratterizzata da un periodo insolitamente lungo di siccità, seguito da piogge torrenziali a fine primavera e all’inizio dell’estate. Queste condizioni meteorologiche avverse hanno ostacolato la crescita delle nocciole, causando la perdita di fiori e piccoli frutti in fase di sviluppo. Inoltre, l’estate è stata caratterizzata da temperature elevate e continue ondate di calore, che hanno ulteriormente danneggiato le piante.

Il risultato di questi fattori è stato un drastico calo nella quantità di nocciole raccolte quest’anno. Molte famiglie si sono viste costrette a ridurre il personale impiegato nella raccolta e a cercare alternative per far fronte alla mancanza di reddito, mentre molti terreni sono rimasti addirittura incolti o la raccolta non è stata eseguita perchè non conveniente.

Non solo la quantità è stata colpita negativamente, ma anche la qualità delle nocciole ha subito un duro colpo. Le nocciole raccolte quest’anno sono spesso più piccole del solito e presentano una maggiore incidenza di difetti, come macchie e imperfezioni sulla buccia. Questi difetti rendono le nocciole meno attraenti per i consumatori e meno adatte per la lavorazione industriale.

La qualità delle nocciole è un aspetto critico per i produttori di dolci e prodotti a base di nocciole, che richiedono materie prime di alta qualità per garantire il successo dei loro prodotti. Quest’anno, molti produttori locali stanno affrontando sfide nella ricerca di nocciole adatte per le loro produzioni.

Nonostante l’annata nera, i coltivatori di nocciole di Bassa Irpinia e Nolano non si scoraggiano facilmente. Molti di loro stanno già lavorando per ripristinare le loro coltivazioni e cercare di affrontare meglio le sfide future. Questo potrebbe includere l’investimento in sistemi di irrigazione più efficienti per mitigare gli effetti delle siccità estive e l’adozione di pratiche agricole sostenibili per mantenere la fertilità del suolo.

Inoltre, le comunità locali stanno cercando di diversificare le loro fonti di reddito, esplorando altre opportunità agricole e turistiche per ridurre la dipendenza dalle nocciole.

In conclusione, l’annata nera della raccolta delle nocciole in Bassa Irpinia e Nolano nel 2023 è una dura lezione sulla vulnerabilità dell’agricoltura alle condizioni climatiche estreme. Tuttavia, la resilienza e la determinazione delle comunità locali sono evidenti nella loro volontà di adattarsi e affrontare le sfide future. Si spera che con il tempo e gli sforzi congiunti, l’industria delle nocciole di questa regione possa tornare a prosperare.