MONTELLA (AV). CASTAGNE: L’IRPINIA OSPITA GLI EUROPEAN CHESTNUT DAYS DAL 12 AL 14 SETTEMBRE

La castagna torna protagonista dopo gli anni bui della crisi da cinipide. L’Irpinia ospita Eurocastanea 2022, con delegazioni provenienti da dodici Paesi, dal Mediterraneo all’Asia al Sud America. La capitale internazionale della castagna sarà Montella dal 12 al 14 settembre, dove si terranno gli European Chestnut Days, evento promosso dal Distretto della Castagna e del Marrone della Campania e dal network europeo del castagno che riunisce le organizzazioni dei produttori di Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Austria, insieme a Interprofessional Union of Chestnut in South-West France-SNPC, National Union of Chestnut Producers, Interco Aquitaine, AREFLH, Refcast, Red Estatal del Castaño, ARGE Zukunft Edelkastanie, CSDC, Centro di Studio e Documentazione sul  Castagno, Centro Regionale di Castanicoltura del Piemonte. La convention è sostenuta da Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, Coldiretti Campania, Programma Erasmus e Comune di Montella. Coinvolto nel programma anche il territorio casertano di Roccamonfina, unendo così due delle aree di maggiore produzione di castagne made in Italy.

Le delegazioni dei dodici paesi partecipanti – Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Grecia, Cile, Turchia, Cina, Ungheria, Albania, Kosovo – si confronteranno al Teatro Solimine di Montella in piazza Gargano. Eurocastanea Italia 2022 ospiterà gli interventi del ministro dell’agricoltura Stefano Patuanelli, dell’europarlamentare Paolo De Castro, dei rappresentanti della FAO e della DG Agri della Commissione Europea. I temi più importanti su cui si aprirà il dibattito saranno: l’importanza della castanicoltura campana;  previsioni di produzione in Europa nel 2022; industria e GDO: panoramica di mercato;  resilienza e sostenibilità in castanicoltura; il castagneto: una opportunità per la captazione del carbonio, salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio;  la trasformazione in Europa fra prodotti tradizionali e nuovi prodotti;  la certificazione e il futuro della castanicoltura.

Focus del meeting saranno la produzione di castagne in Europa e nel mondo, la centralità dei castagneti sui temi legati alla resilienza e alla lotta ai cambiamenti climatici, ma anche i dati commerciali su importazioni ed esportazioni, tendenze di mercato, consumi e previsioni della raccolta nei principali Paesi produttori in Europa, con uno spazio importante dedicato alla ricerca e alle innovazioni del settore. Protagonisti saranno anche i produttori, che incontreranno i partecipanti durante le visite guidate ai castagneti e alle realtà produttive del territorio. La rete europea oggi rappresenta una voce importante e autorevole del settore in Europa e nel mondo e gli European Chestnut Days di Eurocastanea rappresentano un fondamentale momento di scambio tra professionisti internazionali, stakeholder, trasformatori, produttori e buyer.

I partecipanti ad Eurocastanea Italia 2022 avranno modo di degustare anche le eccellenze agroalimentari campane, grazie gli agrichef della rete Campagna Amica, promossa da Coldiretti, presso il Villaggio della Castagna. Previste anche visite alle realtà industriali locali, ai castagneti e ai centri di ricerca. Le imprese coinvolte nel programma sono le aziende agricola Malerba, Marano. Dell’Angelo Salvatore, De Maio a Montella e Di Pippo a Roccamonfina, insieme al centro di ricerca Oasis Srl – Torymus Sinensis Production Center, Terminio Frutta e Alimentari, Nunziata Tecnologie Agroalimentari. L’evento è inserito nella settimana della castagna, che prosegue con il Congresso Nazionale del Castagno in programma all’Università di Portici il 14 e il 15 settembre.