Premio Cimitile 2022 – Messa in onda televisiva della serata finale di premiazione

La Fondazione Premio Cimitile comunica che la serata finale di premiazione della XXVII edizione del Premio Cimitile andrà in onda sul circuito televisivo nazionale ALMA TV e in streaming sul link:
https://www.grupposciscione.it/alma-tv/
  DOMENICA 11 SETTEMBRE Ore 21.00.  A seguire su altri circuiti televisivi interregionali: 

DOMENICA 11 SETTEMBRE Ore 21,00 ALMA TV Canale 65

MERCOLEDI 14 SETTEMBRE Ore 22,00 TV Luna Canale 19

SABATO 17 Settembre Ore 21,00 TELE A Canale 13

 Con la partecipazione di personalità del mondo culturale, politico e soprattutto accademico di livello nazionale ed internazionale, si è conclusa con la consegna dei “Campanili d’argento” nel complesso delle basiliche paleocristiane di Cimitile la XXVII edizione della rassegna letteraria organizzata dall’omonima Fondazione, presieduta da Felice Napolitano e il supporto dei soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio.

Dopo una settimana intensa di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico, densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, presentazioni di libri, momenti di riflessioni, che ha visto una grandissima partecipazione di pubblico, sabato 18 Giugno sul palco, nella splendida cornice delle Basiliche paleocristiane, sono stati premiati i vincitori, selezionati dal comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi, durante la serata presentata da Monica Leofreddi.

Migliore opera inedita del genere narrativo, Corrado Pinosio premiata, con “Il corrotto. Una storia di tangenti negli anni di mani pulite”, il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa editrice “Guida” di Napoli. Migliore opera edita di narrativa a Tiziana Ferrario “La principessa afghana e il giardino delle giovani ribelli”, Chiarelettere. Migliore opera edita di attualità a Walter Ricciardi, “Pandemonio. Quello che è successo, quello che non dovrà più succedere” – Laterza. Migliore opera edita di saggistica a Carlo Nordio, “Giustizia. Ultimo atto. Da tangentopoli al crollo della magistratura”, Guerini e Associati. Migliore opera edita di archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale, a Marco Valenti, “Il Barbaricum: una periferia si fece centro. Società, insediamento ed economia tra I e X secolo.”, Archeologia Barbarica 5. Premio Giornalismo “Antonio Ravel” a Serena Bortone, Giornalista RAI, autrice e conduttrice televisiva. Premio Speciale a Zeudi Di Palma, “Miss Italia 2021”.

Sul palco si è esibito anche il quartetto internazionale della Campania diretto al pianoforte dal maestro Leonardo Quadrini, i cantanti Fabio ConcatoMiettaEnzo AvitabileCesare RascelFrancesca Maresca, gli attori Vincenzo Bocciarelli e Vanessa Innocenti, la Compagnia di balletto di Protagonisti ballet diretta da Monica Maraldo.

Nel ricco parterre numerosi esponenti politici e della cultura. Il parlamentare Paolo Russo, il Senatore Francesco Urraro il Consigliere Regionale Felice Di Maiolo, il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi; il Sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero; il Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile, Ermanno Corsi; il presidente dell’associazione “Obiettivo III Millennio”, Elia Alaia, l’editore Diego Guida, il Sindaco di Scisciano e Presidente del tavolo dei Comuni dell’area nolana Edoardo Serpico, il Sindaco di Nola, Carlo Buonauro, il Sindaco di Casamarciano Clemente Primiano, il Sindaco di San Gennaro Vesuviano, Antonio Russo, il Sindaco di Comiziano, Severino Nappi e tanti amministratori del territorio. La serata è stata registrata dalla produzione Melos International di Dante Mariti.

La Fondazione Premio Cimitile, Istituto di Alta Cultura, uno dei pochi esempi in Campania che racchiude in sé un mix di enti pubblici, privati ed associazioni, con i suoi autorevoli fondatori, la Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, il Comune di Cimitile, l’Associazione Obiettivo III Millennio, continua il suo percorso culturale, continua a diffondere il proprio credo, ossia lo sviluppo di un progetto culturale di respiro nazionale ed internazionale.

L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.