Juventus, processo per le plusvalenze: chiesti 9 punti di penalizzazione

 Il procuratore Giuseppe Chiné nell’udienza della Corte Federale d’Appello ha chiesto una sanzione di 9 punti di penalizzazione per la Juventus per il campionato in corso: vista la gravità dei fatti contestati e l’impatto avuto dal punto di vista sportivo sui campionati, la richiesta di Chinè è di una sanzione afflittiva che tenga la Juve fuori dall’Europa. Il procuratore ha chiesto anche l’inibizione di 20 mesi e 10 giorni per Paratici, 16 mesi per Agnelli, 12 mesi per Nedved, Garimberti e Arrivabene, 10 mesi e 20 giorni per Cherubini. Inalterate le richieste di sanzioni per le altre otto società coinvolte (Sampdoria, Pro Vercelli, Genoa, Parma, Pisa, Empoli, Pescara e Novara). La decisione dovrebbe arrivare in serata, ma non è esclusa la possibilità che il verdetto slitti. La Juventus, lette le motivazioni della sentenza (arriveranno entro 10 giorni), potrà fare ricorso al Collegio di garanzia del Coni.