VISCIANO. Premio giornalistico Carpine Visciano. I edizione nel ricordo di Padre Arturo D’Onofrio. Scadenza il 12 dicembre

Dal cortometraggio alla carta stampata ed alle produzioni televisive passando per il web e la radio. Cambia pelle il premio  “Carpine Visciano“, l’importante rassegna cinematografica riservata ai filmakers di tutto il mondo chiamati a rispondere al tema dell’emarginazione sociale di cui Padre Arturo D’Onofrio, fondatore della Piccola Opera della Redenzione a cui è dedicata l’iniziativa, è stato grande interprete e conoscitore.
Destinatari del nuovo progetto, che porta la firma del comune di Visciano, della Pro Loco cittadina e di Radio Carpine, sono i professionisti della comunicazione, regolarmente iscritti all’albo dei Giornalisti che, nel periodo compreso tra il primo gennaio ed il 31 ottobre 2022, hanno realizzato articoli (cartacei o per il web) e/o servizi televisivi/radio facendosi portavoce di una comunicazione sociale ispirata ai temi di inclusione e di integrazione contro ogni forma di discriminazione.
Il bando, che gode del patrocinio della Città Metropolitana di Napoli e dell’Ordine dei Giornalisti della Campania guidato da Ottavio Lucarelli, è infatti diviso in due sezioni: carta stampata/web e radio e televisione.
Gli elaborati dovranno pervenire entro il 12 dicembreall’indirizzo pec proloco.visciano@pec.it
Due i premi in palio, ciascuno del valore di mille euro.
Dare voce agli invisibili attraverso lo strumento della denuncia sociale è tra gli obiettivi del Premio – spiega il sindaco di Visciano, Sabatino Trinchese ben consapevoli della grande mission a cui oggi sono chiamati i professionisti della comunicazione, vogliamo, con questo progetto, stimolarne la coscienza per favorire un’informazione sempre più libera e trasparente che dia spazio e voce a tutti”.
Dopo il cortometraggio puntiamo ad un altro efficace strumento di comunicazione, quello giornalistico – aggiunge il presidente della Pro Loco, Claudio Napolitanoè necessario, oggi più che mai, utilizzare tutti i linguaggi della comunicazione se vogliamo arrivare a scuotere gli animi non perdendo mai di vista il coraggio e la libertà di espressione e di pensiero, fondamentali per una società libera”. 
La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 29 dicembre a Visciano e rientrerà nell’ambito di una tre giorni di appuntamenti.