OLTRE 98.000 PERSONE CONTROLLATE, 28 ARRESTATI E 150 INDAGATI. 20 PERSONE RINTRACCIATE. IL BILANCIO ESTIVO DELL’ATTIVITA’ DELLA POLIZIA DI STATO SUI TRENI E NELLE STAZIONI DELLA CAMPANIA

8 arrestati, 150 indagati e 98.000 persone controllate: questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento Campania, durante il periodo estivo dal 1° giugno al 10 settembre 2022.

Con l’eliminazione delle misure restrittive volte al contenimento della pandemia, si è avuto, nel corso di questi mesi estivi, un grande aumento dei flussi di viaggiatori, specialmente nei mesi di luglio ed agosto, sia a bordo dei convogli regionali, che su quelli ad Alta Velocità, anche per la scelta di molti di trascorrere le ferie in Italia piuttosto che all’estero. Molti i turisti, provenienti da altri stati europei, che hanno scelto il nostro Paese come meta turistica con un incremento dell’utilizzo del mezzo ferroviario.

Sono stati intensificati i servizi istituzionali con l’impiego di 3.407 pattuglie in stazione e 363 a bordo treno, provvedendo a pattugliare, nell’intero periodo, 674 convogli ferroviari. Sono stati predisposti 379 servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori nelle stazioni.  Sono state elevate 397 sanzioni amministrative di cui 203 in materia di sicurezza ferroviaria.

Le attività di controllo sono state potenziate anche attraverso 3 operazioni straordinarie “Stazioni Sicure”, per contrastare le attività illecite maggiormente ricorrenti in ambito ferroviario; 4 giornate “Rail Safe Day”, per la prevenzione di comportamenti scorretti e pericolosi;  4 le operazioni “Oro Rosso” per il contrasto del fenomeno dei furti di rame, causa di disagi e ritardi nella circolazione dei treni.

A tali iniziative si è aggiunta, il 29 e 30 giugno, l’operazione “Rail Action Day- Active Shield” organizzata a livello internazionale dall’associazione Railpol, a cui partecipano le   Polizie ferroviarie e dei trasporti europei.

Molto importante l’attività di prossimità realizzata dagli operatori Polfer, in particolare nel rintracciare persone scomparse:  20 le persone rintracciate in stazione, di cui 16 minori, non accompagnati, rintracciati e restituiti alle famiglie, su disposizione dell’A.G., o collocati in comunità.

Da ultimo, nella prima settimana di settembre, due coniugi di 67 e 51 anni, la cui la scomparsa   era stata denunciata anche attraverso la nota trasmissione televisiva “CHI L’HA VISTO?”, sono stati ritrovati dopo 8 giorni dalla denuncia dal personale del Posto Polfer di Campi Flegrei.

Per il loro rintraccio, è stata determinante l’attenzione degli operatori Polfer  che hanno notato la somiglianza con le foto diramate in rete, e la corrispondenza di alcune informazioni riportate nella nota di ricerca.

Grande impulso è stato dato anche all’attività volta a prevenire e contrastare comportamenti anomali in ambito ferroviario (203 i verbali di contravvenzione elevati ai sensi del DPR 753/80),  tra cui l’attraversamento binari e il fenomeno, tristemente diffuso tra i giovanissimi, di posizionarsi sui binari per gioco o per sfida, per scattare un selfie,  ignorando i pericoli presenti nell’ambito ferroviario. Tali comportamenti hanno spesso ripercussioni sulla sicurezza del trasporto ferroviario e talvolta anche causa di incidenti ferroviari con tragiche conseguenze.