Confesercenti, Marinelli: dal 5 maggio al via le domande per accedere al Fondo Impresa Femminile 2022. Informazioni e consulenza gratuita presso l’associazione.

adsense – Responsive Pre Articolo

«Anche in Irpinia si aprono nuove ed importanti opportunità per il rilancio delle imprese femminili e per le donne che intendano aprire una attività». Ad affermarlo è Giuseppe Marinelli, presidente della Confesercenti provinciale di Avellino.

«Il Fondo Impresa Femminile 2022 – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria – infatti prevede consistenti incentivi, con finanziamenti agevolati e contributi in gran parte a fondo perduto, per diverse tipologie di imprese, già esistenti o da costituire. I soggetti ammessi sono società di persone, con il 60% di soci donne, società di capitali con quote ed organi di amministrazione composti per due terzi da donne, imprese individuali con titolari donne e lavoratrici donne con partita Iva, operanti in qualunque settore. Sono escluse soltanto le attività di produzione primaria agricola, per le quali sono state predisposte altre misure. Il contributo massimo previsto per investimenti fino a 100 mila euro è di 50 mila euro, di cui l’80% a fondo perduto per nuove imprese e 90% per operatrici disoccupate. Per  investimenti di importo maggiore, fino a 250 mila euro, il contributo massimo è di 125 mila euro, di cui il 50% a fondo perduto. Per progetti di maggiori dimensioni, sono previsti finanziamenti agevolati e contributi».

«Le domande di partecipazione al bando del Fondo Impresa Femminile – ha concluso Marinelli –, partono dal 5 maggio. La Confesercenti di Avellino, con sede in viale Italia n.53, è già operativa e disponibile a fornire informazioni utili alle persone interessate ed una consulenza gratuita di pre-fattibilità del progetto, la cui pratica eventualmente sarà seguita durante tutti i passaggi burocratici. Per contatti ed appuntamenti telefonare allo 0825 679256, in orari d’ufficio».

adsense – Responsive – Post Articolo



Donazione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore


Nel 2020, 5.218.655 persone hanno letto gli articoli di Bassairpinia.it, oggi Binews.it. eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv. Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà al Binews di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.