Avellino in versi: Arte e poesia insieme, contro la violenza sulle donne

Urla la poesia e l’arte contro la violenza sulle donne che ancora muoiono in nome dell’amore. Si alza il coro contro una cultura becera che colpisce la donna in quanto tale, senza pietà e senza rispetto. 

Nell’ambito della Rassegna “Avellino in versi”, l’associazione Il Bucaneve ha organizzato, per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il III Concorso “Urla la poesia”, patrocinata dalla Provincia di Avellino e dalla collaborazione delle associazioni: ATB Consulting, Centro Culturale “Il Saggio”, MID Campania, Irpinia Insieme.  

L’appuntamento è previsto, per sabato 26 novembre 2022 alle ore 17 presso la biblioteca Provinciale di Avellino, al Corso Europa, n. 251.

Un’occasione che vedrà arrivare da varie parti d’Italia, artisti e poeti, che con le loro opere vogliono dire no alla violenza, un tema che sta a cuore e che presuppone un senso di responsabilità e che richiama all’attenzione i meccanismi che la alimentano e che spesso non si conoscono del tutto.

Riunire tutti intorno a un tema è un momento di sensibilizzazione e di prevenzione che chiama a vari livelli e prende le distanze da ciò che non è amore. A parlarne la sociologa e scrittrice, Maria Ronca, la psicologa, Marianna Patricelli, il giornalista, Gianluca Amatucci e tutta la giuria composta da: Paola De Lorenzo, presidente, Luigi Mainolfi, Gabriella Grieco, Gaetana Aufiero, Ines Urciuoli. Da Napoli, l’Istituto Giordano Bruno di Arzano rappresentato, dalla vice dirigente scolastica, Annamaria Di Lorenzo, la prof.ssa Paola La Rossa e l’artista ucraina, Evgenia Shago. I finalisti: Sez. Poesia Raffaella Agosto, Rossetto amaranto, Eboli

Carla D’Alessandro, Urlano, Nocera Inferiore, Carmen De Vito, Mi vestirò di perle, Avellino, Rosaria Di Donato, Samia Yusuf Omar, Roma, Luisa Di Francesco, Come farfalle negli spilli, Taranto, Stefania Siani, Dignità infranta, Cava de’ Tirreni (SA). Sez. Racconti: Elena Opromolla, Un poco di buono, Stivali, Avellino

Angelo Palatucci, Caroline alla ricerca della libertà, Salerno. Sez. Arte Manuela Borrelli, Il Muro, Cava de’ Tirreni, Iolanda Morante, Questo non è amore…, Cervinara (AV), Federica Nava, senza titolo, L’Aquila.

Sez. studenti Giordano Bruno: video-poesia: Caronte Sabrina, Romano Martina, Grimaldi Andrea del Liceo artistico, IV A. Disegni: Raffaela Auriemma, Sarah di Bello, Marco Monti, Davide Pezzella, IV Liceo artistico. Poesia: “Centotre o poco più ” di Marianna Di Giorgio, VB Liceo scientifico. Le studentesse ucraine Kira German e Sofia Troncyk.

Il coraggio di farsi avanti, di dire basta alla violenza, di percorrere ogni ambiente di lavoro, scolastico e familiare, per decretare una volta e, per sempre, un cambio di mentalità e di promuovere la cultura della non violenza, contrapporsi unitamente contro una cultura maschilista che sottende ancora e che odiosamente pervade le nostre vite, riconoscere il problema, per smascherarlo e contenerlo con un insieme di percorsi di cura e di accompagnamento preventivi.