Forino (Av): Le Opposizioni Comunali insorgono contro l’ Amministrazione Olivieri riguardo allo spostamento della sede Comunale. Ecco l’interrogazione presentata da Fruncillo, Iannaccone e Rubinaccio

Nel mese di luglio c.a la sede del Comune di Forino per volere dell’ attuale Amministrazione Comunale è stata trasferita da Piazza del Municipio a Piazzetta Caracciolo.
A distanza di poco più di un mese e mezzo le Opposizioni presentano interrogazione comunale al Primo Cittadino chiedendone varie delucidazioni.
Riceviamo e Pubblichiamo:

“I sottoscritti capigruppo Consiliare Domenico Fruncillo, Gregorio Iannaccone e Umberto Rubinaccio formulano alla S.V. la presente interrogazione. Premesso che dal mese di luglio scorso la Giunta comunale ha trasferito presso Palazzo Caracciolo gli uffici Comunali
Considerato che il Palazzo Caracciolo è di particolare pregio architettonico ed artistico sottoposto a vincolo e a vigilanza degli organismi statali all’uopo preposti
Rilevato che in questi mesi sono stati effettuati lavori all’interno del palazzo
Osservato che alcuni luoghi appaiono modificati rispetto alla precedente situazione
Constatato che la S.V. non ha fornito risposte alle precedenti richieste verbalmente formulate nel corso di riunioni del consiglio comunale
Si interroga il sindaco per conoscere: – Il dettaglio del progetto dei lavori di ristrutturazione, delle eventuali perizie tecniche e varianti successive .
– Il dettaglio delle imprese che hanno eseguito tali lavori
I nomi dei professionisti che hanno redatto progetti, perizie tecniche
I nomi dei tecnici che hanno avuto la responsabilità della direzione dei lavori
Le certificazioni sugli impianti realizzati
La lista dei lavori realizzati e la contabilità finale delle opere effettuate.
In considerazione della necessità di salvaguardare lo status del palazzo e di preservarne il pregio architettonico, i sottoscritti chiedono di conoscere se sia stata data comunicazione alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino dei lavori che si intendevano realizzare ed eventualmente quali di essi siano stati preventivamente autorizzati anche in considerazione del sostanziale cambio di destinazione dell’edificio voluto dalla Giunta.
I sottoscritti chiedono che all’interrogazione sia data risposta per iscritto nei termini previsti e che se ne discuta in consiglio comunale.
Distinti saluti
Forino, 6 settembre 2022

Domenico Fruncillo, Gregorio Iannaccone, Umberto Rubinaccio”