NAPOLI. Rapina ai danni di una persona con sottrazione di telefono e zaino. Fermati due minorenni

Per delega del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni si comunica che, in data 24 giugno 2023, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli nei confronti di due minorenni collocati all’I.P.M come disposto dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Napoli, su richiesta della Pubblico Ministero Minorile.
I destinatari del provvedimento cautelare sono gravemente indiziati di essere gli autori di una rapina commessa lo scorso 6 giugno ai danni di una persona; in particolare, uno dei due minori avrebbe esploso un colpo per strada ed entrambi, dopo aver raggiunto la vittima, l’avrebbero spinta a terra e con  la minaccia dell’arma l’avrebbero costretta a consegnare il telefono I-Phone 12 per poi perquisirla nel tentativo di ricercare il portafogli.
Inoltre, per impedire alla vittima di reagire, l’avrebbero colpita al volto con il calcio della pistola per poi scappare col cellulare e lo zaino contenente gli effetti personali sottratti alla stessa.
Le indagini condotte nell’immediatezza dei fatti dagli agenti del Commissariato Vasto-Arenaccia, in particolar modo attraverso l’analisi delle immagini estrapolate da alcuni sistemi di videosorveglianza sia pubblici che privati incrociate con l’individuazione fotografica effettuata dalla vittima, hanno consentito di individuare i due minorenni, presunti autori del reato.
Sono, altresì, in corso ulteriori indagini finalizzate ad acclarare l’eventuale responsabilità degli odierni indagati in merito ad analoghi episodi.
Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.