M5S,Ciarambino: “Alloggi per i sanitari che dormono in auto per non contagiare i loro cari”

adsense – Responsive Pre Articolo

Appello alla Regione della capogruppo regionale che lancia la campagna #adottachicisalva: “Titolari di strutture alberghiere ospitino gratis chi salva le nostre vite”

“Occorre individuare alloggi e strutture alberghiere da destinare a titolo gratuito al personale dei presidi sanitari e a tutti coloro che lavorano negli ospedali e hanno paura di tornare a casa e di contagiare i loro familiari. In tanti, tra medici, infermieri e personale sanitario ad ogni livello, ci hanno raccontato che in questi giorni si stanno arrangiando come possono, preferendo addirittura dormire in macchina, dopo i turni massacranti in corsia a cui sono sottoposti in questi giorni, pur di salvaguardare la salute dei loro cari”. E’ l’appello lanciato dalla capogruppo del Movimento 5 Stelle e responsabile nazionale sanità, Valeria Ciarambino, che ha inoltrato una richiesta al Presidente della Giunta regionale, all’Unità di Crisi Emergenza Covid 19 e al Direttore generale Tutela della Salute, lanciando la campagna #adottachicisalva invitando titolari di alberghi, B&B e strutture ricettive in Campania a mettere a disposizione alloggi e camere per il personale sanitario.

“In questo momento di particolare delicatezza, il personale sanitario può rappresentare un vettore involontario di diffusione dell’epidemia. Questa misura è, quindi, funzionale a ridurre contatti potenzialmente a rischio. Siamo in contatto con alcuni titolari di strutture alberghiere – fa sapere la capogruppo M5S – che hanno già offerto la loro disponibilità a offrire ospitalità a titolo gratuito. Estendiamo il nostro appello a tutti i gestori di strutture ricettive, affinché aderiscano a questa iniziativa per far fronte alle esigenze di queste donne e questi uomini straordinari impegnati ogni giorno salvare la vita dei nostri cittadini”.

adsense – Responsive – Post Articolo



Donazione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore


Nel 2020, 5.218.655 persone hanno letto gli articoli di Bassairpinia.it, oggi Binews.it. eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv. Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà al Binews di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.