Controllo straordinario del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino con l’ausilio della C.I.O.

Dall’inizio del mese è in atto un piano straordinario di controllo del territorio, predisposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, che prevede, oltre ai servizi di pattuglia dei Carabinieri del luogo, anche l’impiego di squadre di rinforzo della Compagnia di Intervento Operativo (C.I.O.) del 10° Reggimento Carabinieri Campania di Napoli.

Da giorni l’Irpinia è quindi oggetto di servizi preventivi, svolti dall’Arma dei Carabinieri soprattutto in quei comuni più sensibili al fenomeno dei furti, sia con finalità di deterrenza sia per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

L’impiego della C.I.O. è una prosecuzione di tutte le iniziative che i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino – in linea con le direttive del Prefetto Dr.ssa Paola Spena – hanno da tempo intrapreso per incrementare il livello di sicurezza e il controllo del territorio irpino.

Negli ultimi giorni decine di pattuglie hanno presidiato il territorio di competenza della Compagnia di Solofra, effettuando posti di blocco e vigilanze dinamiche tanto nei centri abitati quanto lungo le più isolate strade di campagna.

Durante tali servizi i Carabinieri hanno proceduto al controllo degli occupanti di centinaia di veicoli, alcuni dei quali sono stati sottoposti a perquisizione.

Nella serata di ieri, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile ha proceduto al controllo di un 43enne della provincia di Napoli, con a carico svariate vicende giudiziarie soprattutto per reati contro il patrimonio: attesa l’ingiustificata presenza nei pressi di una villetta di Solofra, lo stesso è stato proposto per l’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

E non è certamente venuta meno l’attenzione al contrasto ai reati in materia di droga, che ha permesso di segnalare alla Prefettura di Avellino due 40enni di Solofra e sequestrare modiche quantità di stupefacenti.

L’attenzione dell’Arma nella lotta ai reati predatori, rimane quindi alta e tali servizi continueranno anche nei prossimi giorni nell’intera provincia.