Ospedale Caserta, irrompe la Ugl Salute. Laudisio: “Integrare pianta organica”

adsense – Responsive Pre Articolo

“L’integrazione della pianta organica presso l’Ospedale di Caserta e presso le altre strutture ospedaliere della provincia è diventata indifferibile”. E’ quanto ha dichiarato questa mattina la neo Segretaria Provinciale della Ugl Salute Maria Rosaria Laudisio a margine di un incontro con i lavoratori del comparto. “La nostra” argomenta la sindacalista “è una constatazione che fa seguito all’esplosione dei casi di Covid, ma ciò che chiediamo è una riorganizzazione da concertare con tutte le organizzazioni sindacali, nessuna esclusa, e con coloro che sono preposti alla gestione del personale medico ed infermieristico. Non è tempo di scontri tra addetti ai diversi reparti” ha argomentato Lauduisio “l’emergenza sanitaria richiede responsabilità e risposte e la nostra organizzazione sindacale intende contribuire alla soluzione delle problematiche esistenti”. La Segretaria si è poi soffermata su altri aspetti della struttura ospedaliera: “A mero titolo esemplificativo è importante puntualizzare come la recente riorganizzazione del pronto soccorso di Pediatria abbia migliorato per certi aspetti le esigenze dell’utenza, ma nel contempo creato una condizione di difficoltà che va valutata con attenzione, rimodulando se necessario la gestione delle presenze per singolo turno”.

adsense – Responsive – Post Articolo



Donazione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore


Nel 2020, 5.218.655 persone hanno letto gli articoli di Bassairpinia.it, oggi Binews.it. eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv. Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà al Binews di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.