POMPEI. Arrestato per rapina a Supermercato, finisce ai domiciliari

Una bambina assiste alla rapina di un supermercato, piange poi viene abbracciata dalla mamma che ostentava tranquillità per non allarmarla. Sono i passaggi della rapina a un supermercato di Bibbiano (Reggio Emilia) del 14 marzo, immortalate dalla videosorveglianza. Grazie alle immagini i carabinieri hanno identificato il rapinatore, 45enne. Il 27 marzo fu arrestato dopo una rapina al Conad a Sant'Ilario. E' accusato anche del tentato colpo il 18 marzo all'Eurospin di Reggio Emilia, 14 aprile 2014. ANSA/UFFICIO STAMPA CARABINIERI ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Nella giornata di oggi 31.10 personale del Commissariato di P.S. di Pompei, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Torre Annunziata su conforme richiesta di questa Procura della Repubblica, ha sottoposto alla misura degli arresti domiciliari un uomo in quanto gravemente indiziato di una rapina in danno di un supermercato di Pompei. L’uomo infatti, dopo essere stato bloccato dall’addetto alla vigilanza all’uscita delle casse (superate senza effettuare il dovuto pagamento), al fine di assicurarsi il possesso della refurtiva e l’impunità per il furto commesso spingeva violentemente l’addetto e si dava alla fuga portando con sè la refurtiva.
La persona sottoposta alla misura è altresì gravemente indiziata di una serie di furti -sempre in danno di supermercati siti in Pompei- aggravati dall’ aver commesso il fatto con violenza sulle cose.
L’uomo infatti è gravemente indiziato di aver asportato, in più occasioni, generi di lusso quali bottiglie pregiate e bottiglie di liquore.
L’attività d’indagine successiva al primo intervento coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, permetteva di addivenire, con ragionevole certezza, all’identificazione dell’uomo e di cristallizzare gravi indizi di colpevolezza a suo carico che rendevano opportuna la richiesta e l’adozione di una misura cautelare personale.